È in atto la raccolta rifiuti porta a porta nel Centro Storico di Corato

da Eventi & Commenti

Il nuovo servizio dell’ASIPU che genera un migliore aspetto estetico alla città


Come illustrato durante la conferenza di presentazione tenutasi venerdì 30 gennaio u.s. presso la sala Verde del Comune di Corato, è partito lunedì 2 febbraio il nuovo servizio di raccolta rifiuti porta a porta nel Centro Storico.

Il progetto ha lo scopo di eliminare i cassonetti da questa zona e agevolare la raccolta differenziata.

Vediamo in che consiste e gli slogan sui manifesti che vediamo affissi per la città cosa vogliono significare: Mettilo fuori è chiaro che si riferisce al sacchetto dell’immondizie per il quale provvedono gli addetti dell’ASIPU a ritirarlo, così anche gli slogan: Mettila fuori o/e Mettili fuori che si riferiscono alla spazzatura e ai rifiuti.

Un nuovo metodo di raccolta, per la nostra città, servizio che per meglio descriverlo ai lettori, abbiamo chiesto delucidazioni e dettagli ai Responsabili dell’A.S.I.P.U..

Alla nostra richiesta il Direttore dell’Azienda, ing. Salvatore Mastrorillo ci ha inviato una ampia descrizione che spiega nei dettagli questa ulteriore innovazione per la città di Corato.

«È noto che, nella nostra regione, – si legge nel documento – i servizi di raccolta porta a porta hanno fornito risultati interessanti nelle cittadine con popolazione più contenuta (fino a 10.000 abitanti circa): considerazioni positive legate a maggiori sensibilità e senso civico appaiono la spiegazione più plausibile.

Più difficoltosa è apparsa la gestione di questi servizi in cittadine di medie dimensioni (50-100.000 abitanti) per il diverso grado di coinvolgimento dei cittadini, per le differenti abitudini sociali, ma anche per una certa rigidità del sistema organizzativo, una limitata sensibilità a valutare le consuetudini degli utenti, in sintesi una scarsa attenzione verso il cittadino.

A modesto parere di chi scrive, si può ancora innovare nei servizi pubblici locali. Basta crederci.

La sfida che si intende superare a livello locale è la seguente: coniugare le esigenze dell’Amministrazione di valorizzazione del Centro Antico, realizzare un servizio accurato e rispondente alle esigenze dell’utenza, limitare l’impatto tecnico economico derivante dalla nuova modalità di servizio.

Come realizzare tutto ciò.

Due gli aspetti focali su cui sono state incentrate la progettazione e la programmazione dell’intervento: un’accurata informazione e sensibilizzazione ed una notevole flessibilità del servizio.

I dati essenziali della campagna informativa sono rappresentati dalla personalizzazione dei messaggi per ogni target di utenza (previsti fino ad otto versioni differenti) e dalla moltiplicazione delle modalità e dei vettori (internet, tv, cinema, distribuzione depliant e calendari, affissioni, messaggi itineranti, gazebo informativi).

La flessibilità del servizio invece si concretizza nella diversa modalità di conferimento e raccolta prevista per le varie categorie di utenti e nella scelta di prodotti innovativi.

Le utenze domestiche saranno dotate di cestello areato e sacchetti in carta per il conferimento indoor della frazione umida oltre ad una dotazione completa di sacchetti per il conferimento all’esterno delle varie frazioni (carta, plastica e metalli, secco residuo). La combinazione tra cestello areato e sacchetto in carta consentirà un beneficio sui bilanci di massa (perdite per evapotraspirazione del 15% circa) e la diminuzione dei processi putrefattivi che normalmente si instaurano nella frazione organica.

Per le utenze non domestiche (commercio, uffici, hotel) è stata personalizzata la dotazione di sacchi. Particolare attenzione è stata riservata a bar, pizzerie e ristoranti con la possibilità di optare su tre differenti volumetrie di contenitori (sempre areati) e sacchi biodegradabili in funzione delle effettive esigenze produttive.

Ma, soprattutto, questa organizzazione non è né rigida né definitiva. Essa potrà essere variata nella fase immediatamente successiva all’avvio del nuovo servizio, in quanto è stata attivata una info-line che consentirà di valutare le richieste pervenute e le possibilità di modificare sia il sistema di conferimento che le modalità di raccolta.

Attenzione verso i cittadini e accuratezza dei servizi, questi i due aspetti fondamentali posti alla base delle direttive impartite dal Sindaco che si è cercato di recepire al meglio nella logistica progettata».

Per evitare sovrapposizioni agli orari di apertura degli esercizi esistenti nella zona, la raccolta dei rifiuti viene effettuata fra le ore 13.30 e le 15.30. i giorni per la raccolta sono indicati nel file PDF contenuto in Blocco Note di questo sito; (i prospetti sono stati elencati nell’ordine seguente: 1° di colore rosso per Aziende e Uffici; 2° di colore marrone per Ristoranti; 3° di colore blu per il, Commercio; 4° di colore celeste per le Abitazioni).

Infoline ASIPU: 347 764 43 41

Durante la conferenza di presentazione del giorno 30 alla quale hanno partecipato oltre a vari giornalisti della stampa e Tv locali, componenti dell’Amministrazione uscente dell’ASIPU e componenti del’attuale Direttivo provvisorio, sono state evidenziate altre riflessioni sulle modalità operative di tutto il progetto:.

«Sono due mezzi a metano, acquistati appositamente per questo progetto, – ha riferito il Direttore Mastrorillo – i mezzi che saranno utilizzati per la raccolta. In futuro stiamo pensando a mezzi elettrici, ma dobbiamo aspettare che vengano perfezionati e che abbiano maggiore autonomia che attualmente è solo di tre ore. Sacchetti e contenitori che saranno dati a disposizione sono dissimili ognuno compatibile con ogni tipo di rifiuti».

«Questo nuovo servizio – ha specificato il Sindaco di Corato Luigi Perrone – persegue diversi obiettivi fra cui, innanzitutto, quello di incentivare la raccolta differenziata dei rifiuti che comporta la massiccia riduzione delle quantità di conferimenti in discarica e quindi il forte abbattimento dei costi necessari per smaltire i rifiuti stessi.

Inoltre e in particolare nel nostro caso, questo nuovo servizio rientra nella decisa politica dell’ Amministrazione Comunale di riqualificare l’arredo urbano della parte antica del territorio, sempre più oggetto di attenzioni e di interventi per rilanciarla in chiave sociale e per migliorarne la vivibilità.
Quest’ Amministrazione sta investendo numerosi sforzi proprio nel campo dell’ ambiente e degli interventi in favore della tutela el territorio che è patrimonio di tutti.

Ringrazio pubblicamente, per l’impegno assicurato, il Presidente, il Direttore e tutti gli operatori dell’ ASIPU, ed esorto tutti i concittadini a collaborare per la riuscita di questa iniziativa».

Luigi Cialdella, dell’agenzia Sciamè, che ha curato la parte informativa del progetto, ha illustrato il significato dato ai vari slogan: «Per la campagna “Mettili fuori”, – ha spiegato Cialdella – è stata data una forma pubblicitaria in cui alcuni trattini celavano parole misteriose. Inizialmente questo gioco ambiguo è stato seguito da un gran numero di persone».

La domenica successiva alla conferenza, il 1° febbraio, sono stati messi a disposizione dei cittadini alcuni stand con personale qualificato dove gli interessati hanno potuto attingere informazioni utili sul nuovo servizio.