Raccolta dei rifiuti “porta a porta” nel Centro Storico: oggi si parte

di Giuseppe Cantatore (da Coratolive.it)

Razionalizzare la gestione dei rifiuti migliorando la raccolta differenziata, diminuendo i costi e valorizzando il centro antico.

Sono questi i principali obiettivi del nuovo servizio di raccolta rifiuti porta a porta svelato venerdì sera nella conferenza stampa che si è tenuta a Palazzo di Città e che da oggi sarà attivo in tutto il Centro Storico.

Via dalla strada i cassonetti, la raccolta porta a porta dei principali tipi di rifiuti passerà attraverso la separazione fatta in casa dagli stessi utenti all’interno di contenitori appositamente forniti, ad eccezione del vetro che – per la sua pericolosità – potrà essere conferito all’esterno presso capillari punti di raccolta opportunamente segnalati.

«Seguendo l’indirizzo dell’Amministrazione sulla valorizzazione del Centro Antico – ha esordito il direttore dell’ASIPU Salvatore Mastrorillo – vogliamo realizzare un servizio accurato e rispondente alle esigenze dell’utenza, limitando l’impatto tecnico-economico derivante da nuove abitudini e modalità.

E’ una sfida che vogliamo vincere e che sinora ha fornito risultati interessanti soprattutto nelle cittadine con popolazione fino a circa 10mila abitanti. La gestione di un simile progetto in una città come la nostra, che conta quasi 50mila abitanti, è certamente più difficoltosa, ma questo non significa che nei servizi pubblici locali non si possa innovare».

Preceduto da una costante informazione, anche attraverso la distribuzione di brochure informative, iI punto chiave del servizio sarà una notevole flessibilità.

«La flessibilità – ha continuato Mastrorillo – si concretizzerà nella diversa modalità di conferimento e raccolta prevista per le varie categorie di utenti e nella scelta di prodotti innovativi.

Sarà messa in campo una organizzazione né rigida né definitiva, che potrà essere variata nella fase immediatamente successiva all’avvio, anche grazie alla infoline al numero 347.164.43.41 che consentirà di valutare le richieste pervenute e le possibilità di modificare sia il sistema di conferimento che le modalità di raccolta».

La fascia oraria individuata per la raccolta dei rifiuti è quella compresa fra le 13.30 e le 15.30, in modo da non interferire cone le diverse attività in essere nella zona. Una numerosa e rapida squadra di operatori dell’ASIPU ritirerà i rifiuti e ripulirà il centro storico, anche con l’ausilio di due mezzi meccanici a metano acquistati proprio in vista di questo progetto.

Secondo un chiaro calendario gli utenti, la cui precisa mappatura è stata effettuata grazie Sistema Informativo Territoriale, sapranno sempre cosa e quando conferire.

Le utenze domestiche saranno dotate di cestello areato e sacchetti in carta per il conferimento indoor della frazione umida oltre ad una dotazione completa di sacchetti per il conferimento all’esterno delle varie frazioni, ovvero carta, plastica e metalli e secco residuo.

La combinazione tra cestello areato e sacchetto in carta consentirà un beneficio sui bilanci di massa (perdite per evapotraspirazione del 15% circa) e la diminuzione dei processi putrefattivi che normalmente si instaurano nella frazione organica.

Per le utenze non domestiche – esercizi commerciali, uffici, bar e ristoranti – è stata personalizzata la dotazione di sacchi. Particolare attenzione è stata riservata a bar, pizzerie e ristoranti con la possibilità di optare su tre differenti volumetrie di contenitori, sempre areati, e sacchi biodegradabili in funzione delle effettive esigenze produttive.

«Sappiamo che l’impatto con un servizio come questo potrà essere forte – ha sottolineato il Sindaco Perrone – ma crediamo che mettere in atto un progetto come questo stia a significare attenzione verso i cittadini e accuratezza dei servizi, oltre che continua valorizzazione del centro storico.

Ci siamo sempre battuti per una razionale gestione dei rifiuti e per la tutela dell’ambiente, innanzitutto promuovendo tra i cittadini una nuova cultura ed una maggiore sensibilizzazione per la vivibilità del territorio. Quest’ultima iniziativa, che coniuga la salvaguardia dell’ambiente con la progressiva riqualificazione del centro antico, è una scommessa da vincere per l’intera città».

Da più parti si è levata la richiesta di un servizio simile che superi il perimetro del corso per arrivare anche nelle periferie.

«Questo servizio – ha chiarito il direttore dell’ASIPU – non può essere esteso meccanicamente a macchia d’olio in tutte le zone della città.

Perlomeno non senza valutare cosa accadrà in questa prima fase della raccolta porta a porta. Dopo aver opportunamente verificato vantaggi, svantaggi e costi nel centro storico, apportando i dovuti correttivi si potrà consegnare nelle mani dell’Amministrazione tutti i dati acquisiti su cui si deciderà il da farsi».

Un pizzico di malizia è stato l’ingrediente che ha aiutato a divulgare il messaggio.

«La campagna “Mettili fuori”, in cui comparivano dei trattini che celavano “parole misteriose”, – ha spiegato Luigi Cialdella, responsabile dell’agenzia Sciamè che ha curato la comunicazione – ha inizialmente giocato sull’ambiguità, considerato anche il vasto ed eterogeneo target di persone cui si è rivolta.

Già da Sabato mattina, al posto dei trattini, sono comparse le parole chiave. Mettili fuori i rifiuti, mettilo fuori il legno, il cartone, il sacchetto, mettila fuori la plastica e la spazzatura. Da sottolinare anche la presenza di uno striscione di 35mq sull’impalcatura che copre la facciata del vecchio Liceo, un ulteriore e visibile veicolo per trasmettere il messaggio del nuovo servizio ormai all’avvio».

Qualunque informazione sul servizio di raccolta rifiuti porta a porta potrà essere richiesto alla infoline che risponde al numero 347.164.43.41.